Come nasce la Farm Artigianale

info-storia

Era il 1973. Erano dieci sarte giovanissime alle prime armi, sì, ma prontissime a lavorare. Era Aster Camicieria.  

Due anni dopo, la produzione avanzava: le sarte confezionavano le belle camicie candide per gli italiani di successo in Canada, dove venivano distribuite da un altro italiano ancora, il signor Bianchi. Tutto, alla fine, stava a casa, nonostante le distanze oceaniche. Ma Aster voleva portare casa, la propria casa, ancora un po’ più in là, e ci riuscì; nel 1979 il principale cliente della camiceria era ad Hong Kong: si trattava dell’iconico department store “Dragon Seed”, propulsore del lusso italiano in Asia. 

Era il 1980. Erano gli anni del miracolo economico e delle firme. Era ancora Aster Camiceria, ma questa volta i destinatari della sua produzione non erano solo i compatrioti emigrati, ma anche le principali case di moda internazionali: Versace, Paco Rabanne, Gucci, Yves Saint-Laurent. Passano nove anni e Aster decide di portare avanti quasi esclusivamente i propri marchi, tanti e ad alta richiesta. 

Era il 1992. Non era più Aster Camiceria, ma Manifattura Camicerie Riunite. Era la prima camicia di lusso non formale. Dal 2004 i confini geografici si allargano ancora davanti alle camicie di MCR, fino ad abbracciare la Russia. La squadra olimpionica russa, patrocinata dal magnate e fondatore del gruppo “Bosco di Ciliegi” Mikhail Kusnirovich, veste MCR nel 2004; l’èlite della borghesia russa, da politici a industriali ad atleti di fama internazionale, veste MCR; nel 2011 l’Orchestra sinfonica moscovita veste sempre e ancora MCR. Nel mentre, in patria, Manifattura, assieme ad altri fiori all’occhiello dell’industria italiana della moda, partecipa alla fondazione del Consorzio Sigillo Italia (2007) per tutelare l’eccellenza artigianale del Made in Italy. Tre anni più tardi, viene creato il marchio “Mosca” (ora passato ad Industries Italia), genitore della prima camicia componibile dagli accessori intercambiabili.

È il 2020. Ora MCR è un progetto che va oltre la produzione. Sono Tailor Farm e Family Farm. Con l’obiettivo di coltivare un vero e proprio polo artigianale di condivisione di spazi e idee, anche grazie alla ristrutturazione di una fattoria ai piedi del Montello, MCR apre il suo laboratorio ad una vera e propria famiglia dedicata all’eccellenza tessile, fotografica, artistica.

Say Hello

Tailor Farm Srl
t.+39 0423 84169
e. hello@tailorfarm.com

VAT. IT05017470260

Family Farm

Become a Farmer.